“Le cose da salvare” vince il Premio Salerno Libro d’Europa

“Le cose da salvare” ha vinto il Premio Salerno Libro d’Europa. 🔥

Grazie al Salerno Letteratura Festival, ai suoi infaticabili organizzatori che hanno fatto un lavoro incredibile, addomesticando le difficoltà dell’emergenza sanitaria e regalandoci un’edizione palpitante e ricchissima, di cui Francesco Durante sarebbe stato orgoglioso. Grazie a Paolo Di Paolo, a Matteo Cavezzali, a Daria Limatola. A Salerno città sorridente e lucente. Viva i libri, gli esseri umani, i limoncelli alle tre del mattino, e le cose che perdurano.

Salerno Lett

La malora

Sedersi per la prima volta al bar, da sola, a leggere. Fuori la piazza schiamazza, compra pollo arrosto e calze di cotone. Mascherine azzurre e un sole in aperto colloquio con la stagione, come se nulla fosse accaduto.

E Fenoglio inizia così: “Pioveva su tutte le langhe, lassù a San Benedetto mio padre si pigliava la sua prima acqua sottoterra. La pietra gliel’avremmo messa più avanti, quando avessimo potuto tirare un po’ su la testa”.

99422047_10221950586254417_3406704811498799104_n